Menu

Cinque giorni intensi di ciclismo ed emozioni alla Settimana Coppi e Bartali

Notizie · 20 Marzo, 2021

Settimana Internazionale Coppi e Bartali
Dal 23 al 27 marzo

Seconda corsa a tappe della stagione per la EOLO-KOMETA Cycling Team. Una settimana dopo la conclusione della Tirreno Adriatico, e dopo la partecipazione questa domenica alla nuova “Per sempre Alfredo” di Sesto Fiorentino, la squadra affronta tra martedì e sabato cinque giorni di ciclismo intenso e di emozioni assicurate. Gli oltre 740 chilometri della Settimana Internazionale Coppi e Bartali rispecchiano le ambizioni di una giovane squadra alla ricerca della prima vittoria della stagione.

Gli ungheresi Márton Dina ed Erik Fetter e gli italiani Vincenzo Albanese, Alessandro Fancellu, Lorenzo Fortunato, Mattia Frapporti ed Edward Ravasi sono i sette che pedaleranno sulle strade dell’Emilia Rogmana con questo obiettivo.  Una squadra la cui età media è poco meno di ventitré anni e mezzo, Fancellu e Fetter sono ancora ventenni. La gara italiana porta anche una novità nella giovane storia di EOLO-KOMETA. In questa gara, la squadra affronterà la disciplina della cronometro a squadre per la prima volta nella competizione. Un altro test molto interessante.

Il percorso della Settimana Coppi e Bartali 2021, con strappi e salite a spezzare il ritmo previsti ogni giorno e in ogni tappa, presenta la grande novità di una frazione a San Marino prevista per il penultimo giorno, una tappa non facile con quasi 4.000 metri di dislivello accumulato. Un giorno prima, invece, forse il percorso più complicato vista l’entità dei dislivelli: nella terza tappa, piuttosto corta, i corridori devono affrontare le pendenze del Monte Carpegna (6,1 km al 10,1%), di Villagio del Lago (9,3 km al 6,2%) e di Albereto (2,4 al 9,7%). Ma nella seconda tappa non bisogna perdere di vista il fatto che c’è un arrivo collinare. Insomma, cinque giorni, uno con una doppia tappa, e nessun giorno per prendersela comoda.

Marton Dina torna alle corse dopo il suo esordio stagionale all’ultimo Trofeo Laigueglia: “Dopo il Laigueglia la mia preparazione è andata molto bene e non vedo l’ora di tornare a correre con i miei compagni di squadra. Mi sento bene e penso che la mia forma sia buona. Ho potuto vedere i ragazzi durante la Tirreno Adriatico e mi sono sentito molto orgoglioso di far parte di questa squadra. È stato bello vedere i compagni di squadra sotto i riflettori e soprattutto emozionante quando ‘Alba’ ha preso la maglia verde”.

Per Erik Fetter la Coppi e Bartali arriva dopo il suo esordio nello sterrato delle Strade Bianche. “Da quando ho partecipato alle Strade Bianche mi sto preparando per questa gara. Tutto il duro lavoro è stato finalizzato per questa gara. Penso di aver lavorato molto nelle ultime settimane, quindi spero che la mia forma sarà davvero buona. Nei giorni precedenti a questa gara ho fatto un po’ di allenamento più facile con giorni di minore intensità, e anche un po’ di dietro la bici per abituarmi di più al ritmo di gara. Ma l’obiettivo principale è quello di arrivare fresco ed essere pronto al 100%”.

Le tappe.

23 marzo (a): Gatteo-Gatteo (97,8 km).


23 marzo (b): Gatteo-Gatteo (14 km TTT).


24 marzo: Riccione – Sogliano al Rubicone (163,5 km).


25 marzo: Riccione – Riccione (145 km).


26 marzo: San Marino – San Marino (154,8 km).


27 marzo: Forlì – Forlì (166 km).

Corridoi correlati

Alessandro Fancellu Edward Ravasi Erik Fetter Lorenzo Fortunato Vincenzo Albanese Márton Dina Mattia Frapporti

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym