Menu

Erik Fetter nella gara di medaglie nella corsa su strada U23 agli europei di Trento

Notizie · 11 Settembre, 2021

European Continental Championships U23
Trento – Trento (133,2 km)

Il corridore ungherese di EOLO-KOMETA Cycling Team, Erik Fetter, ha sfiorato il podio nella gara su strada U23 ai Campionati Europei Continentali U23 a Trento sabato. Fetter, recente vincitore della tappa finale del Tour du Limousin, è arrivato quarto. L’oro è andato al belga Thibau Nys, l’argento a Filippo Baroncini e il bronzo a Juan Ayuso.

Una posizione meritevole, che evidenzia la buona forma del pilota di Budapest. Contro la forza dei tre paesi che sono saliti sul podio, tra i 18 paesi rappresentati da sei corridori ciascuno, l’Ungheria ha iniziato la gara con la rappresentanza di Fetter e Adam Karl. La gara si è svolta su 133,2 chilometri, 10 giri di un circuito selettivo di 13,2 chilometri con la salita di Povo nel mezzo.

Fetter, molto attento alle evoluzioni di una gara in cui le squadre dei favoriti applicato un grande controllo, molto attiva la selezione della Spagna in questo aspetto, era nel gruppo di sette piloti che ha giocato il trionfo e che ha cominciato a formare, già nel giro finale, dopo gli attacchi di Nys e Ayuso.

Erik Fetter, dopo la sua brillante gara: “Siamo molto vicini alle medaglie. Ho avuto una sensazione molto buona durante tutta la giornata, ma è stata anche molto dura. Alla fine è stata una giornata di lotta contro squadre molto forti con diversi piloti. Verso la fine ho cercato di essere davanti nella zona più nervosa, con l’obiettivo di lanciarmi per primo, ma nell’ultima curva sono stato superato da diversi corridori e ho dovuto iniziare uno sprint tardivo. Alla fine non c’è stato nessun podio, nessuna maglia di campione,… ma sono molto contento della mia prestazione”.

Fetter aveva anche preso parte alla cronometro di giovedì, dove ha finito 21°, 1’49” dietro il danese Johan Prize-Pejtersen. “All’inizio avevo un buon feeling, ma con il passare dei chilometri ho iniziato a sentirmi peggio sulla moto, non potevo andare veloce come volevo e sentivo anche che non stavo guidando bene. Non è stata una grande gara a cronometro, ma in quel momento mi sono detto che sabato doveva essere una storia diversa”.

[📷 PhotoGomezSport (1,2)]

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym LifeBrain