Menu

“Guardando a questi giorni i corsa, penso di poter essere felice”

Notizie · 23 Aprile, 2021

44º Tour of the Alps
Tappa 5:  Valle del Chiese / Idroland – Riva del Garda (120.9 km)

La fine delle fatiche, a Riva del Garda. Sulle rive del lago, nelle terre dove è di casa e si allena Davide Bais, si è chiusa un’intensa edizione del Tour of the Alps senza premio finale per un EOLO-KOMETA Cycling Team, che ha svolto un grande lavoro durante tutta la corsa e con Erik Fetter (25°) come miglior uomo nella classifica generale finale. Un altro passo avanti come squadra in vista del prossimo Giro d’Italia.

Márton Dina non ha potuto difendere la maglia blu di leader che aveva conquistato nella tappa precedente. Dina ha lottato per entrare nella fuga e segnare più punti, ma i suoi tentativi non hanno avuto successo. Anche il corridore locale Bais ha tentato la fortuna. Nella fuga di quattordici corridori che si è fatta strada, poi sedici, è entrato Alessandro de Marchi. De Marchi, terzo al traguardo oggi, ha aggiunto il suo bottino sul Passo Duron e ha riconquistato la maglia blu. La fuga ha raggiunto il circuito finale con un paio di minuti di vantaggio e dalla fuga è uscito il vincitore di tappa Felix Großschartner.

Márton Dina: “Guardando a questi giorni i corsa, penso di poter essere felice. Per due volte sono riuscito a essere nella fuga di giornata, ho vestito per un giorno la maglia del leader della classifica KOM: certo, non l’ho tenuta a lungo ma questa è una corsa più importante rispetto alla Coppi & Bartali. Non potevo aspettarmi di più, credo di aver raggiunto tutti gli obiettivi che mi ero prefissato quindi sì: sono contento. Pensando invece alla tappa di oggi, era davvero difficile difendere la maglia: se devo essere onesto già nel riscaldamento ho capito che le gambe non giravano bene, non andavano come nei due giorni precedenti e lo sforzo di ieri è stato importante e l’ho sentito. All’inizio ho provato a seguire Thompson e De Marchi che erano vicini a me nella classifica KOM ma appena la strada ha iniziato a salire io ho iniziato a soffrire e mi sono staccato. De Marchi ha attaccato nel momento giusto ed è andato davvero forte, credo davvero che abbia meritato di conquistare la maglia. Il futuro? Non lo so: i prossimi giorni saranno di riposo, le prossime gare ancora non lo so. Vedremo cosa succederà…”.

[📷  PhotoGomezSport]

Corridoi correlati

Alessandro Fancellu Erik Fetter Márton Dina Alejandro Ropero Edward Ravasi Davide Bais Mark Christian

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym LifeBrain