Menu

Il Picón Blanco fa una grande selezione nella classifica generale, dove Mark Christian è il meglio piazzato

Notizie · 5 Agosto, 2021

43ª Vuelta a Burgos
Tappa 3: Busto de Bureba – Espinosa de los Monteros (173 km)

Picón Blanco è una salita enorme. Davvero difficile, capace da solo di selezionare una gara. Ancora di più se la tappa arriva veloce, vivace, con un inizio intenso. Questo è quello che è successo questo giovedì nella Vuelta a Burgos. Nelle sue rampe ha attaccato il francese Romain Bardet per vincere da solo e salire alla leadership provvisoria. Il britannico Mark Christian, il primo dei corridori dell’EOLO-KOMETA Cycling Team al traguardo, ha combattuto lì. Ha finito 39°, 40° era Sergio García, e ora nella generale Christian è 23°, 3’17” dietro Bardet.

Una giornata di partenza veloce, con diversi tentativi di consolidare una fuga e con una media di oltre 46,5 km/h nella prima ora. Quattro corridori avrebbero reso la fuga un successo, ottenendo più di sette minuti di margine e, con le loro alternanze, avrebbero dato continuità al movimento fino a Picón Blanco, dove sono stati inghiottiti da una corsa lanciata e molto ben selezionata.

Mark Christian: “È stata una tappa davvero dura. La prima metà della giornata è stata abbastanza rilassata, ma poi c’è stata molta lotta per la posizione sulle ultime due salite. Le strade erano strette e tecniche, quindi era ancora più importante essere davanti. Vincenzo ha fatto un ottimo lavoro fino alla base del Picón Blanco. Nella parte più ripida della salita la corsa è andata fuori strada e ho cercato di mantenere il mio ritmo fino in cima”.

Sergio García: “Una tappa molto impegnativa. All’inizio la squadra ha cercato di rientrare nella fuga. Ma questa volta non è stato possibile e l’obiettivo è diventato quello di essere sempre in testa e cercare di non far mancare nulla a Mark. Sul Picón Blanco mi sentivo bene, sono andato a tavoletta e, anche se sono rimasto fuori dal gruppo a quattro chilometri dalla cima, ho praticamente raggiunto la vetta insieme a Mark. Da lì siamo andati entrambi a tavoletta fino al traguardo. Alla fine il logorio degli ultimi due giorni era evidente, ma in generale mi sentivo bene. Ho amato il Picón Blanco. È una salita molto dura, ma mi sono davvero divertito con tutti i fan presenti”.

Questo venerdì il giro di Burgos ritorna sull’altopiano con una tappa tra Roa de Duero e Aranda de Duero con un profilo prevalentemente piatto e in cui ci sarà sicuramente un’altra battaglia tra gli avventurieri e le squadre interessate a uno sprint.

[📷  PhotoGomezSport]

Corridoi correlati

Vincenzo Albanese Mark Christian Márton Dina Sergio García Francesco Gavazzi Alejandro Ropero Diego Pablo Sevilla

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym LifeBrain