Menu

La sfortuna taglia fuori Francesco Gavazzi dalla lotta per la vittoria

Notizie · 19 Maggio, 2021

Giro d’Italia 2021
Tappa 11: Perugia – Montalcino (162 km)

Lo spettacolo abbagliante di quello che ha circondato questa tappa, la bellezza dei posti e dei paesi, la poesia di un angolo di Toscana che sembra un pezzo di paradiso. E la polvere, lo sterrato, la fatica, la sfortuna. E la rabbia per un’altra vittoria sfiorata, unita alla consapevolezza di aver fatto un’altra giornata da protagonisti assoluti, in un Giro che per la EOLO-KOMETA sta diventando sempre più incredibile, sempre più bello.

Perugia-Montalcino: la tappa del Brunello e delle Strade Bianche, una delle più caratteristiche di questo Giro. Tutti si aspettavano una battaglia tra i big (che c’è stata, con Bernal che ha dato un altro scrollone alla classifica), e invece è arrivata la fuga buona: capace di partire subito, di raggiungere oltre 12 minuti di vantaggio, di arrivare al traguardo. Tra i fuggitivi, ancora una volta, il nostro Francesco Gavazzi per cui le parole sono ormai finite: grande, semplicemente grande. E “Gava” ha combattuto come un leone fino alla fine, aggredendo i tratti di sterrato e spingendo verso il suo (e il nostro) sogno, fino a una sfortunatissima caduta che lo ha messo fuori gioco a pochi chilometri dalla fine.

E sì, tanta rabbia: sacrosanta, normale. E insieme alla rabbia, però, la consapevolezza di essere qui al Giro a recitare la parte dei protagonisti. Le EOLO-KOMETA l’ha sempre fatto, e continuerà a farlo fino alla fine e fino a quando le gambe reggeranno. A partire da domani: da Siena a Bagno di Romagna. Tappa lunga (212 km) con 4 GPM: abbiamo voglia di sognare ancora.

Stefano Zanatta, DS EOLO-KOMETA: “Anche oggi siamo stati protagonisti della tappa, come abbiamo fatto in tutte le tappe corse finora. Gavazzi è stato bravissimo a prendere la fuga buona, e vi assicuro che non era affatto semplice: ci ha creduto fino alla fine ed è davvero un peccato per quella sfortunatissima caduta che l’ha tagliato fuori dalla lotta per la vittoria. Dispiace per lui perché è la seconda volta che sfiora il successo, e dispiace anche per la botta che ha preso. Noi continueremo a correre così, interpretando ogni tappa per provare a vincerla: a partire dalla prossima. Come dico sempre io: il nostro Giro inizia domani”.

[📷  PhotoGomezSport]

Corridoi correlati

Manuel Belletti Francesco Gavazzi Lorenzo Fortunato Edward Ravasi Samuele Rivi Vincenzo Albanese Mark Christian Márton Dina

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym LifeBrain