Menu

Luca Pacioni nono in un tratto finale movimentato con la caduta di Erik Fetter

Notizie · 14 Maggio, 2021

42º Tour de Hongrie
Etapa 3: Veszprém – Tata (142 km)

L’incertezza che deriva da eventi incontrollabili fa sì che ogni momento, qualunque esso sia, possa essere decisivo nel ciclismo. La grande tappa di questo Tour de Hongrie arriva questo sabato e in vista di un giorno così importante, molti corridori stavano affrontando questi giorni con la tensione di evitare qualsiasi problema e il sostegno delle loro squadre in questo sforzo. Erik Fetter, a casa, davanti alla sua famiglia, era uno di loro.

Il giovane ungherese dell’EOLO-KOMETA Cycling Team stava aspettando il suo momento con l’obiettivo di lottare per una buona classifica. A cinque chilometri dalla fine della terza tappa, si è verificata una caduta che ha colpito diversi corridori. Fetter non ha potuto fare nulla per evitarla, è stato abbattuto da una bici già a terra, ed è finito nel fosso. Inizialmente soffriva di dolore all’anca sinistra, ma è riuscito a finire la tappa. Tuttavia, ha perso molto tempo (2’07”) al traguardo.

Molta tensione all’arrivo, molte squadre interessate allo sprint dopo che la fuga del giorno è stata ripresa negli ultimi quindici chilometri, molti corridori che cercavano di stare davanti. Questa lotta si è concretizzata in un’altra caduta qualche chilometro più avanti, con la zona d’arrivo di Tata molto vicina. Un corridore è caduto molto avanti nel gruppo, anche il leader, e questo ha lasciato solo una quindicina di corridori pronti a lottare per la vittoria. Tra questi c’era Luca Pacioni. Il velocista della EOLO-KOMETA è arrivato nono in una frazione in cui il tedesco Phil Bauhaus ha vinto di nuovo.

Luca Pacioni, nono al traguardo di Tatra: “Sono riuscito a salvare la caduta per pochissimo, ma il gruppo che ci stava davanti era molto compatto e mi era impossibile affrontare la volata in una posizione più avanzata. Uno sprint che serve a rafforzare la nostra fiducia, che è sempre importante, in vista dell’ultimo giorno a Budapest dove lotteremo di nuovo per tutto”.

[📷  PhotoGomezSport]

Corridoi correlati

Erik Fetter Diego Pablo Sevilla Alejandro Ropero Luca Pacioni Mattia Frapporti Davide Bais

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym LifeBrain