Menu

Passi avanti di squadra e un’altra lotta per provare la fuga, alla vigilia della cronometro

Notizie · 15 Marzo, 2021

56th Tirreno Adriatico
Tappa 6: Castelraimondo – Lido di Fermo (169 km)

… E alla fine il sole sorge sempre. Dopo la pioggia e il freddo di domenica, una giornata primaverile per affrontare l’ultima tappa in linea della Tirreno Adriatico. L’ultima possibilità per i cacciatori di fuga, l’ultima possibilità di sprint. Molti interessi in gioco, quindi, e un’altra partenza frenetica: più di 50 chilometri percorsi nella prima ora e 35 necessari per la partenza della fuga. L’EOLO-KOMETA Cycling Team non è riuscita a mettere suoi uomini nel tentativo di giornata, in una tappa in cui il lavoro dei fuggitivi è stato perfetto fino al traguardo. Questa volta la fuga ha trionfato.

L’EOLO-KOMETA Cycling Team ha lavorato per mantenere vivo il ritmo della corsa, per provare un inseguimento, per aiutare altre formazioni in questa impresa e per sondare la possibilità che si potesse vivere un’altra corsa nella ripidità del circuito finale, con qualche tratto duro. Ma i fuggitivi sono riusciti a mantenere un vantaggio di due minuti e mezzo in un momento chiave e le squadre con velocisti non si sono impegnate al massimo. La fuga ha trionfato. E nella fuga, il danese Mads Wurtz Schmidt. Il gruppo è arrivato con poco più di un minuto di ritardo e Vincenzo Albanese si è messo in mostra nel finale per finire 18°.

John Archibald: “Sono molto eccitato per la cronometro di domani perché ha le caratteristiche adatte a me: abbastanza corta e completamente piatta, in cui si può sviluppare tanta velocità. Arriviamo da sei giorni di corse molto dure, è vero che è lo stesso per tutti ma di certo la fatica si farà sentire. Io sono molto contento della mia preparazione, so di poter fare un buon risultato: non so se basterà per entrare nei primi dieci o nei primi venti. Questa è la mia prima cronometro in una corsa WorldTour: spero di non fare errori e…a tutta!”

La Tirreno Adriatico 2021 si conclude martedì con una cronometro individuale di 11,1 chilometri completamente piatta. Una cronometro che è molto attesa dallo scozzese John Archibald. Una giornata per godersi la sua forza in questa specialità.

[📷 Maurizio Borserini (1), PhotoGomezSport (2, 3)]

Corridoi correlati

Alejandro Ropero Davide Bais John Archibald Manuel Belletti Mark Christian Samuele Rivi Vincenzo Albanese

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym LifeBrain