Menu

Sean Yates, nuovo responsabile dell’area sportiva della EOLO-KOMETA Cycling Team

Notizie · 2 Novembre, 2020

Il britannico Sean Yates si unisce al progetto ProTeam promosso dalla Contador Foundation, dove svolgerà il ruolo di responsabile dell’area sportiva. Yates (Ewell, Regno Unito; 1960) entra a far parte della nuova EOLO-KOMETA Cycling Team dopo il suo periodo alla francese Nippo Delko One Provence, dove lavora da metà anno. Yates ha una vasta esperienza professionale nel mondo del ciclismo.

Come corridore, Yates è stato un professionista per quindici stagioni (1982-1996) in cui ha ottenuto un punteggio di vittorie tra cui spiccano le vittorie di tappa al Tour de France, dove è diventato leader, la Vuelta a España, la Parigi-Nizza, il Criterium Dauphiné o un titolo nazionale britannico. Come regista ha iniziato la sua carriera nel 1999 con il Linda McCartney Racing Team e da allora ha lavorato in strutture come il Team CSC, Astana, Discovery Channel, Team Sky o Tinkoff-Saxo.

“Sono molto felice ed emozionato per questa nuova avventura”, dice Yates. “La verità è che è stato tutto molto veloce. Un paio di settimane fa sono stato contattato da Ivan Basso e mi ha chiesto i miei progetti futuri. Gli ho detto che ho appena annunciato a Delko che avrei lasciato la squadra. Ivan mi ha fatto una proposta quasi subito e non ci ho pensato molto. Era troppo bello. Ivan ed io abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto da quando lui era in corsa alla CSC e io ero direttore lì. Un rapporto molto cordiale. Già qualche tempo fa avevamo parlato della possibilità che in futuro potessimo lavorare insieme. Nelle passate stagioni ho avuto l’opportunità di lavorare con Ivan, con Alberto Contador, con Jesús Hernández… Con tutti loro ho avuto un ottimo rapporto. L’amicizia è sempre un valore aggiunto per generare un buon ambiente di lavoro”.

“Stanno arrivando giorni di intenso lavoro per formare la squadra”, continua una Yates che vive da tempo nel Levante spagnolo. “L’unica certezza è che con un salto ad una categoria superiore la gamma di gare in cui si affronteranno è molto più ampia. Si corre nelle grandi gare contro i migliori corridori. È, senza dubbio, un grande passo avanti. Ovviamente non si può parlare di vincere la classifica generale di un Giro o di un Tour de première in ogni caso. Ma si può parlare di mostrare una buona immagine, un grande impegno e la mancanza di qualsiasi complesso di fronte agli altri. Bisogna essere competitivi e dare sempre il massimo. Lavoreremo a un progetto triennale, che ci permetterà di farlo con calma, di crescere di giorno in giorno per essere una squadra sempre più grande”.

Per quanto riguarda il nuovo team EOLO-KOMETA Yachts, aggiunge: “Voglio conoscere meglio la squadra, ma avremo molti giovani piloti nel team, giovani con un grande futuro che nel 2021 avranno la possibilità di crescere molto in esperienza, ma includeremo anche piloti più esperti che ci permetteranno di affrontare certi eventi con più garanzie. L’esperienza è sempre importante. Per molti ragazzi sarà un grande passo, ma sono convinto che sarà molto positivo per loro. Un aspetto molto interessante del lavoro svolto finora nella squadra continentale è stato il calendario che hanno avuto: hanno affrontato gare in cui hanno già gareggiato contro formazioni di livello superiore, soprattutto WorldTour”.

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym