Menu

Un sogno chiamato Tirreno Adriatico: “Qui per lasciare il segno”

Notizie · 8 Marzo, 2021

56ª Tirreno Adriatico
10-16 marzo

Ed eccoci qua. L’appuntamento è di quelli importanti, uno di quelli segnato da tempo in rosso sul calendario, uno di quelli cura per il quale ci si prepara e si cura ogni minimo dettaglio. La Tirreno Adriatico è tante cose insieme: è una corsa meravigliosa, una delle più belle e affascinanti del calendario, una di quelle che tutti siamo abituati a guardare in TV da quando siamo bambini. La Tirreno Adriatico, per la EOLO-KOMETA, è la prima corsa a tappe della stagione ed è un altro meraviglioso assaggio del ciclismo più bello, è un altro gradino nel processo di crescita immaginato e pianificato.

Si parte. Si parte mercoledì con la prima tappa da Lido di Camaiore e si finirà il 16 marzo con la cronometro di San Benedetto del Tronto: sette tappe in cui i ragazzi della EOLO-KOMETA sono chiamati a lasciare il segno. Sette tappe per sette corridori: Vincenzo Albanese, John Archibald, Davide Bais, Manuel Belletti, Mark Christian, Samuele Rivi e Alejandro Ropero sono stati scelti per la “Corsa dei due mari”. Spetterà a loro il compito di tenere alto il nome della EOLO-KOMETA.

Alejandro Ropero: “La Tirreno Adriatico è un appuntamento importantissimo nella nostra stagione. Per me essere qui è un’incredibile opportunità per continuare a crescere: per la bellezza della corsa, per i ciclisti e le squadre che ci saranno. Gareggiare, e farlo in un grande evento WorldTour come questo mi dà una grande motivazione. Il trofeo del tridente è uno dei più belli del ciclismo. È chiaro che è molto difficile vincerlo, ma ovviamente proveremo ad avvicinarci il più possibile. Abbiamo lavorato molto bene in tutti i precedenti ritiri e ora l’importante è che tutto quel lavoro venga fuori in queste gare in termini di risultati”.

Ivan Basso, sport manager: “Per noi la Tirreno Adriatico, dopo il Giro d’Italia, è la corsa più importante dell’anno. Ovviamente,  il nostro obiettivo è quello di lottare per tutti i traguardi: abbiamo allestito una squadra che ci permetterà di dire la nostra sui traguardi di tappa e non sulla classifica generale, e ad eccezione della tappa di montagna che arriverà a Prati di Tivo contiamo di poter ben figurare e lasciare il segno. Dopo i ritiri invernali siamo stati costretti a modificare il programma per la cancellazione delle gare di febbraio e abbiamo sfruttato le ultime corse per trovare il ritmo gara. Alla Tirreno, contiamo di mettere a frutto il lavoro dei giorni scorsi”.

Fran Contador, general manager: “Siamo qui, al via della Tirreno Adriatico: la nostra seconda corsa WorldTour e la prima a tappe. Conosco bene questa corsa per averla seguita quando mio fratello Alberto era in gruppo, ed è un po’ come un piccolo Giro d’Italia: per noi è un’incredibile opportunità per restituire un po’ della fiducia che ci hanno dato i nostri sponsor. Faremo del nostro meglio, tutti, per essere competitivi e – perché no – per raggiungere qualche buon risultato: non sarebbe male. Ogni giorno sarà diverso rispetto al giorno precedente, le corse a tappe sono fatte così e sono diverse dalle corse di un giorno dove ogni corridore ha lo stesso obiettivo. Qui ci sono interessi differenti, per tutte le squadre: chi punta alle vittorie di tappa, chi alla classifica generale, chi alla tappa di montagna e per questa ragione credo che noi ci troveremo più a nostro agio. Però, dobbiamo tenere conto che ci saranno i corridori più forti del mondo e le squadre più forti che si divideranno tra la Tirreno e la Parigi-Nizza. Siamo eccitati, molto motivati: faremo del nostro meglio”.

Le tappe.

1º – mercoledì 10 marzo: Lido di Camaiore-Lido di Camaiore (156 km).


2º – giovedì 11 marzo: Camaiore-Chiusdino (226 km).


3º – venerdì 12 marzo: Monticiano-Gualdo Tadino (219  km).


4º – sabato  13 marzo: Terni-Prati di Tivo (148 km).


5º – domenica 14 marzo: Castellalto-Castelfilardo (205 km).


6º – lunedì 15 marzo: Castelraimondo-Lido di Fermo (169 km).


7º – martedì 16 marzo: San Benedetto del Tronto-San Benedetto del Tronto (cronometro, 11,1 km).

Corridoi correlati

Vincenzo Albanese John Archibald Davide Bais Manuel Belletti Mark Christian Samuele Rivi Alejandro Ropero

Altre notizie

eolo Kometa
Aurum
Fritz! Retelit Gobik Skoda
elmec kratos KASK Koo dmt Oliva Nova
Vittoria Enve Rotor Montane Premium madrid Sportlast Look Training Peaks Jonh Smith Prologo Morgan Blue Bend36 Velotoze Valtellina Pedranzini Scicon La casa del fisio Technogym LifeBrain