Menu

Il madrileno Daniel Tenorio Albo gareggerà nel 2024 nelle file della struttura U23 della Fondazione Alberto Contador. Il corridore di Ciempozuelos (22 febbraio 2005) sarà il sesto corridore ad affrontare il cambio di categoria sotto la guida di Rafa Díaz Justo nella prossima stagione, dopo gli annunci del francese Dario Giuliano, dell’ungherese Balint Feldhoffer e degli spagnoli Sergio Calvo, Gerard Cano e Manuel Sanroma. Vincitore della classifica generale e di due tappe dell’ultima edizione della Volta a Portugal U19, Tenorio ha ottenuto ottime prestazioni in una stagione in cui ha gareggiato con GSport+Vatios e durante la quale ha potuto affrontare qualche impegno nella categoria U23 con il Team El Bicho, con cui ha partecipato all’ultima Vuelta Ciclista a Madrid.

Studente di Ingegneria delle Tecnologie Industriali presso l’Università Carlos III di Madrid, Tenorio è un ciclista relativamente recente con un passato nel triathlon. Nello sport combinato, lo stesso in cui si distinguono le sue sorelle Julia e María grazie al Ciempozuelos Triathlon Club, sono arrivate le sue prime prestazioni di rilievo. “Ho iniziato a praticare il triathlon nel 2020, l’anno della pandemia. Jorge Recuero mi disse che andavo molto bene in bicicletta e mi incoraggiò a provare più esclusivamente questa disciplina. Quando ho terminato la degenza, ho finito per iscrivermi a Cycling Training. Era la prima volta che toccavo una bicicletta da strada, per così dire. Non è andata male. La stagione successiva, a luglio, ho vinto la Vuelta al Besaya cadetti e ho iniziato un percorso che ho seguito fino a oggi”, sottolinea.

“Abbiamo seguito Daniel per un paio di stagioni con il nostro assistente Jorge Recuero”, dice il direttore Rafa Díaz Justo. “Grande amante e praticante di questo sport, Recuero ci ha parlato delle enormi facoltà fisiche del ragazzo. Quello che mi piace di più è che ha un profilo molto completo e versatile, capace di fare bene in diverse discipline, ma allo stesso tempo ha un ampio margine di progressione e miglioramento. Dani è un ragazzo con un grande potenziale, tanto che logicamente ha avuto diverse proposte sul tavolo. Ha sempre creduto nel nostro progetto ed è molto motivante avere l’opportunità di lavorare fianco a fianco con lui”.

“Penso che la Fondazione Contador sia una delle grandi squadre esistenti a livello nazionale e poter far parte di una grande squadra, almeno tra le quattro più grandi del panorama attuale, è motivo di orgoglio. Inoltre, in un certo senso, è la mia squadra di casa, nel senso che la sede è vicina a Ciempozuelos. Sono consapevole di dover affrontare un grande salto, che renderà il 2024 un anno complicato, ma non vedo l’ora e sono molto motivato. Spero di poter fare bene, che questo desiderio si rifletta sull’asfalto”. Rafa Díaz Justo mi ha dato molta fiducia fin dal primo giorno”, spiega il nuovo ciclista della Fondazione. Con la nazionale spagnola di categoria, ha partecipato alla Due Giorni Eroica italiana e al Trophée Centre Morbihan francese, eventi della Coppa delle Nazioni promossa dall’Unione Ciclistica Internazionale.

Tenorio si aggiunge a una lista crescente di corridori della Comunità di Madrid che sono passati attraverso i ranghi della struttura U23 della Fondazione Contador, come gli attuali professionisti Javi Serrano, Diego Pablo Sevilla e Carlos García o Alejandro Luna, Hugo Sampedro e David Casillas. “Penso di essere un corridore forte che può difendersi bene su tutti i terreni, ma è vero che in questi giorni mi sono fatto notare di più sulle salite. Penso di avere margini di miglioramento nelle cronometro, disciplina in cui ho ottenuto alcune vittorie quest’anno. Ma devo lavorare. E lavorare sodo. Bisogna andare passo dopo passo, con calma. E senza abbandonare gli studi. A casa siamo sempre stati chiari sul fatto che non c’era svago se non c’erano risultati negli studi e che la disciplina continuerà. Inoltre, ora sembra che se non si passa dalla categoria juniores a quella dei professionisti, non ce la si fa mai. Secondo me, è importante acquisire una buona base, che a lungo andare durerà di più”.

[📷 União Velocipédica Portuguesa / Federação Portuguesa de Ciclismo]

Eolo Kometa
Aurum VisitMalta Dinamo
Retelit Elmec Gobik Skoda
Enve Kask Burger King Sidi Koo Oliva Nova
Vittoria Chiaravalli Lime Bkool Prologo Clique Elite Look Walbike Training Peaks Supersapiens La casa del fisio Lotto Sportlast Bend36 Velotoze Beta Tools Pizzini café John Smith Scicon