Menu

Tour de l’Ain (2.1)
Tappa 3: Plateau d’Hauteville – Lélex (129 km)

Un solo nome: Alessandro Fancellu, e la bellezza di aver ritrovato un corridore così importante dopo un anno difficile come è stato il 2021 per lui. Bravissimo nella tappa di ieri, ancora più bravo nella tappa di oggi a conferma di una condizione ritrovata e di una testa sgombra. Non sono arrivate vittorie, in questo Tour de l’Ain: ma è arrivata una notizia comunque bella e importante. Fancellu c’è. Ma noi, non avevamo dubbi.

Biagio Conte: “Oggi tutte le attenzioni erano rivolte verso Fancellu perché ieri era andato molto bene e volevamo provare a fare classifica con lui, volevamo almeno provare a entrare nei primi 20 perché ieri aveva dimostrato un buon carattere e una grande condizione. Oggi ancora di più ha dimostrato di andare molto forte, ha mantenuto la terza posizione nella classifica dei giovani, non ha mai avuto momenti di cedimento ed è stato bravo a gestirsi fino alla fine. Abbiamo portato a casa un buon risultato con un ragazzo giovane, con un ragazzo che nelle categorie giovanili aveva dimostrato di avere tanto talento e noi speriamo di averlo ritrovato. Corse così fanno crescere il morale a lui e a tutta la squadra”.

Alessandro Fancellu: “Finalmente. Sono contento perché dopo tantissimo tempo sono riuscito ad arrivare vicino ai primi. Finalmente”.

Sprint Cycling

Eolo Kometa
Aurum VisitMalta Dinamo
Retelit Elmec Gobik Skoda
Enve Kask Burger King Sidi Koo Oliva Nova
Vittoria Chiaravalli Lime Bkool Prologo Clique Elite Look Walbike Training Peaks Supersapiens La casa del fisio Lotto Sportlast Bend36 Velotoze Beta Tools Pizzini café John Smith Scicon Life brain