Menu
Tour de Limousin (2.1)
15-18 agosto

Tappa 1: Rilhac-Rancon – Bénévent L’Abbaye (165’7km)
Tappa 2: Excideuil – Trélissac (185’6km)
Tappa 3: Sarran – Bort-les Orgues (195’5km)
Tappa 4: Saint-Yrieix-la-Perche – Limoges (170’6km)

Una grande vittoria nell’ultima tappa del Tour de Limousin 2022, grazie alla potente volata di Vincenzo Albanese, o il trionfo di Erik Fetter nel 2021 nella stessa giornata finale, si portano dietro grandi ricordi per la EOLO KOMETA in vista della corsa francese che inizia questo martedì: il Tour de Limousin.

La competizione, che pur non affrontando alte montagne è ricca di difficoltà, sarà senza dubbio per ciclisti potenti e soprattutto abili, che cercheranno l’occasione o attraverso una fuga o attraverso sprint ridotti per trovare la vittoria. Quattro giorni di ciclismo di alto livello e la grande voglia di ripetere il trionfo dello scorso anno.

Questo Tour de Limousin inizia con 165 chilometri sulla strada per Bénévent L’Abbaye. Una serie di due salite e un arrivo in salita segneranno il primo leader della corsa. La seconda tappa sarà senza dubbio la chance più chiara per un arrivo allo sprint. Il terzo giorno, l’arrivo a Bort-les Orgues nel giorno più lungo (quasi 200 chilometri) selezionerà ancora una volta il gruppo per l’arrivo, mentre la tappa finale a Limoges prevede tre giri di un circuito impegnativo e sicuramente decisivo in questo Tour de Limousin.

Lo schieramento di partenza sarà lo stesso della Polynormande. Davide Bais sarà l’uomo della classifica generale, con il sempre attivo e coraggioso Mirco Maestri come secondo corridore più veloce. Accanto a loro, i veloci Simone Bevilacqua, Giovanni Lonardi e Fran Muñoz, in attesa che Samuele Rivi e Andrea Pietrobon colgano le loro occasioni con fughe o movimenti da lontano.

Stefano Zanatta: “È il quarto anno che partecipiamo al Tour de Limousin e ci riporta alla mente le vittorie ottenute con Erik Fetter o l’anno scorso con Vincenzo Albanese. È una tappa ideale per continuare a crescere e prepararsi per la parte finale della stagione, una corsa che conosciamo e che con questi risultati motiva i corridori a cercare di ripeterli. Penso che abbiamo la buona opzione di Davide Bais per lottare per la classifica generale, mentre la velocità di Lonardi è un’ottima risorsa per le giornate di sprint. Speriamo di essere in grado di alzare nuovamente le braccia in questa corsa che ci ha regalato tante gioie”.

Eolo Kometa
Aurum VisitMalta Dinamo
Retelit Elmec Gobik Skoda
Enve Kask Burger King Sidi Koo Oliva Nova
Vittoria Chiaravalli Lime Bkool Prologo Clique Elite Look Walbike Training Peaks Supersapiens La casa del fisio Lotto Sportlast Bend36 Velotoze Beta Tools Pizzini café John Smith Scicon